BLOG

La mortalità per cause infettive in ambito di trattamento dei disturbi cardiaci è aumentata del 60%.

Infezioni in Cardiochirurgia: un fenomeno sempre più preoccupante. Avvocato Chiarini: “Le infezioni ospedaliere sono spesso evitabili, anche se il rischio zero non esiste. Dobbiamo riflettere sulla situazione del SSN e sul taglio di circa 37 miliardi di euro della spesa sanitaria negli ultimi 10 anni” In Italia ogni anno circa 700 mila pazienti contraggono un’infezione correlata all’assistenza durante il periodo di degenza ospedaliera. Di questi, circa il 10% va incontro al decesso. Il rischio presenta un’incidenza maggiore in soggetti considerati più deboli, come i neonati e gli anziani, e in […]

Mortalità riconducibile ai servizi sanitari: quando curarsi diventa rischioso

571 mila i decessi in UE riconducibili ai servizi sanitari, che potevano essere evitati. In Italia il divario tra le regioni è abissale, Campania, Sicilia e Calabria sono le Regioni con l’incidenza maggiore, Trentino-Alto Adige la migliore, seguita da Marche e Toscana. In Puglia e Basilicata meglio che nel Lazio Avvocato Chiarini: “Inaccettabile che un paziente ricoverato in Campania abbia quasi il doppio delle possibilità di non uscire dall’ospedale, rispetto a uno della provincia di Trento. Auspicabile un rapido intervento a livello centrale” Nel 2015, sono stati 571 mila i […]

Decesso da infezione correlata all’assistenza sanitaria. Complicanza o malasanità?

Avvocato Chiarini: “Se non vengono prese precauzioni adeguate e l’intervento medico risulta tardivo, non possiamo parlare di complicanze, siamo di fronte ad un caso di malasanità” Le infezioni correlate all’assistenza (ICA), contratte all’interno di ospedali, cliniche e strutture per la degenza, costituiscono un fenomeno più diffuso di quanto si pensi, che possono portare anche alla morte del paziente. Stando agli ultimi dati, queste infezioni colpiscono in media dal 5 all’8% dei ricoverati, soprattutto a seguito di interventi chirurgici, ma il dato più allarmante è che per un paziente su due, […]

Malasanità e conciliazione obbligatoria: risarcimento in tempo di record.

È  accaduto che una parmigiana sia stata sottoposta a due interventi chirurgici all’anca sinistra presso un ospedale della provincia. Visto che, in seguito al medesimo la paziente ha riportato danni fisici, consistenti nell’incapacità deambulatoria per non oltre 200 metri, la stessa si è rivolta alla sede di Parma di Konsumer Italia. Quest’ultima, nella persona del presidente regionale avv. Giovanni Franchi, l’ha consigliata di intraprendere le vie legali per il tramite della mediazione obbligatoria Nel corso della stessa il mediatore, come consentito dalla legge, ha nominato  un consulente tecnico, il quale […]

Garante per il Diritto alla Salute: solo in 3 Regioni su 20 e con pochi poteri.

Avv. Gabriele Chiarini: “Una occasione mancata, sarebbe un valido strumento per cittadini e operatori sanitari” Quis custodiet ipsos custodes? Ovvero, chi sorveglierà i sorveglianti stessi? Se lo chiedeva già nel II Secolo d.C. Giovenale nelle Satire, e, di fatto, la situazione che si è venuta a creare in Italia ha del paradossale. Nel 2017, con l’articolo 2 della legge numero 24 “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”, più nota come legge Gelli, nel nostro […]

Sangue Infetto: per la Corte di Cassazione nessuna prescrizione, il termine decorre dalla richiesta di indennizzo.

Franchi (Konsumer): “Opportunità per i tanti che hanno subito un danno alla propria salute da sangue infetto. Con atto di citazione notificato nel 2005 una consumatrice aveva convenuto va davanti al Tribunale di Bologna il Ministero della Salute per ivi sentirlo condannare al risarcimento di tutti i danni da lei patiti per avere contratto  l’epatite C a seguito di una terapia trasfusionale effettuata presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica degli Ospedali Riuniti di Parma nel 1974 a causa di un’emorragia post partum. Il Tribunale con sentenza n. 2197/08 aveva, peraltro, […]

In Italia ogni anno si spendono 22,5 miliardi di euro per rimediare agli errori medici.

Presentato il nuovo approfondimento dello Studio Chiarini sulla Qualità dei Servizi Sanitari. 22,5 miliardi di Euro spesi ogni anno in Italia per rimediare agli errori medici. Una cifra enorme, che ben potrebbe essere destinata al miglioramento del servizio sanitario. Sono i dati contenuti nel nuovo approfondimento dello Studio Chiarini, basato sulle informazioni raccolte dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel Report Mondiale 2018 sulla Qualità dei Servizi, recentemente presentato a Firenze. “Si tratta di un documento autorevole e suggestivo, che conferma l’importanza di concentrare l’attenzione sulla qualità dei servizi sanitari”, afferma l’Avv. […]